28 Lug Africa: i bisogni energetici nei prossimi 25 anni

Il miglioramento delle condizioni economiche e sociali del continente africano passa dallo sviluppo di agricoltura, industria e servizi. Tutto ciò, nei prossimi decenni, secondo gli esperti, avrà un grande volano, costituito dallo sviluppo di infrastrutture e energia.

La crescita di tutti i settori dell’economia ha infatti delle precondizioni e, in termini di opportunità economica, si profila come una enorme possibilità di commercio e scambio, anche per i paesi del mediterraneo.

Per dare una dimensione numerica a questa grande opportunità di sviluppo, basta dire che, a fronte  del 13% della popolazione mondiale, l’Africa consuma solo il 4% dell’energia del pianeta.

Oltre ad essere un interessante sbocco di mercato per il sistema delle imprese del Mediterraneo e dell’Europa tutta, il continente africano è anche il luogo adatto in cui mettere in atto, dall’inizio, la svolta tecnologica ormai matura nel campo dell’energia. Andare al di là del sistema energetico basato sugli idrocarburi sarà la naturale direzione per lo sviluppo di quei paesi nei prossimi decenni.

Tutto questo chiaramente richiede politiche di sviluppo concordate tra i paesi dell’Europa e dell’Africa. Un importante player è costituito dal sistema di cooperazione internazionale che ha il nome di RES4AFRICA, capace di unire e coordinare soprattutto i paesi del bacino del mediterraneo.

Quale sia il potenziale di crescita fino al 2040 è presto detto: l’Agenzia Internazionale per l’Energia (IEA) stima investimenti per circa 110 miliardi di dollari all’anno. Un ruolo chiave sarà dato dalle nuove rinnovabili, il fotovoltaico e l’eolico. Il processo vedrà come protagonista i paesi dell’Africa subsahariana, quelli in cui il margine di sviluppo ha i numeri più alti nei prossimi decenni.

E’ chiaro che l’avvio di un processo di sviluppo così grande ha ancora tante difficoltà da superare, prima fra tutte la creazione di un sistema di regole entro il quale muoversi per favorire lo sviluppo in chiave sostenibile nel settore energia.

La IEA segnala che il progressivo avvicinamento del reddito pro capite dei paesi subsahariani a quelli occidentali può continuare solo grazie a particolari investimenti, sia nel campo della produzione sia in quello della trasmissione di energia.

Enega ha puntato ad un rapporto diretto con le aziende, ponendosi come energy & gas advisor, in grado di offrire una consulenza gratuita e flessibile, per individuare il servizio e l’offerta più adatta. Garantiamo dei valori imprescindibili come: contratti trasparenti, fattura chiara e comprensibile, costante attenzione al cliente e all’evoluzione del mercato, assistenza globale post-vendita, offerta di soluzioni su misura. Contattaci al numero verde 800-955515 o scrivi a info@enega.it.