25 Feb Energie rinnovabili, Salina tra le isole UE selezionate per la transizione

C’è anche un’isola italiana, Salina, tra le 26 selezionate per l’iniziativa Clean Energy for EU Islands, promossa dalla Commissione europea. Il progetto si propone di sperimentare la transizione verso l’energia pulita. In fase di avvio, Clean Energy vedrà la partecipazione di 6 isole, Aran (Irlanda), l’arcipelago di Cherso-Lussino (Croazia), Sifnos (Grecia), Culatra (Portogallo), Salina (Italia) e La Palma (Spagna) che avranno il compito di pubblicare i programmi con le politiche di passaggio verso l’energia pulita entro l’estate 2019. La successiva deadline è fissata, per le altre 20 isole, entro l’estate 2020.

Un cambio di rotta che fa bene all’ambiente e all’economia

Nell’Unione Europea sono oltre 2.200 le isole abitate che, nonostante l’immensa possibilità di sfruttare eolico, solare e moto ondoso, dipendono ancora in larga parte dalle importazioni, molto costose e molto inquinanti, di combustibili fossili. Il programma di transizione verso le energie rinnovabili può contribuire in maniera decisiva a rendere le isole autosufficienti dal punto di vista energetico, nell’ambito di un sistema più sostenibile anche dal punto di vista economico. Basti pensare al potenziale incremento occupazionale che interesserebbe gli abitanti delle isole. Dopo un’iniziale fase di avvio, il programma Clean Energy for EU Islands punta a supportare tante altre isole europee ad avviare la transizione verso un sistema energetico verde e pulito, con l’obiettivo di aggregare la governance complessiva delle isole – dalle comunità alle imprese, dagli enti territoriali a scuole e università -.

“Il progetto Ue Clean Energy for EU Islands punta da un lato a sfruttare le immense potenzialità in tema di energie rinnovabili delle isole europee, veri e propri tesori per quanto concerne le risorse naturali, e dall’altro a rivitalizzarne il sistema economico e sociale. Puntare sulle energie rinnovabili, infatti, significa anche dare il via a nuovi investimenti, più innovazione e nuovi posti di lavoro”.

Antonio Carmine Vitale (Amministratore unico Enega srl)